Amazon Fire Stick Tv

Il sistema operativo di Fire Tv Stick è basato su Android che ti da la possibilità anche di scaricare dei pacchetti apk da fonti esterne allo store di Amazon e di installarli sul dispositivo (proprio come si fa su uno smartphone o un tablet Android). Ad esempio è possibile installare app come Kodi o SkyGo.

Fire Stick Tv Basic Edition è in vendita in Italia su Amazon a 59,99 euro e in offerta speciale a 39,99 euro per i clienti Amazon Prime. Offerta limitata all’acquisto di un massimo di 2 Fire TV Stick – Basic Edition per un solo account.

Scheda tecnica:
Fire Tv Stick Basic ha un processore Mediatek 8127D quad core ARM 1.3GHz / GPU: Mali 450 MP4.

È dotato di una memoria RAM da 1GB RAM LPDDR3 e di 8GB di archiviazione (5.9 GB liberi).

Supporta le reti Wi-Fi dual-band AC e il Bluetooth 4.1; i formati video H.264 1080p30 e H.265 1080p30; supporta le risoluzioni di Tv 720p e 1080p fino a 60 fps; i formati audio AAC-LC, HE-AACv1 (AAC+), HE-AACv2 (eAAC+), AC3 (Dolby Digital), eAC3 (Dolby Digital Plus), FLAC, MIDI, MP3, PCM/Wave, Vorbis, AMR-NB, AMR-WB; i formati immagini JPEG, PNG, GIF, BMP.

Dimensioni: 86x30x12,6 mm

Peso: 32 grammi

Le schede Radeon RX 5700XT custom partiranno dallo stesso prezzo della reference board AMD

Le prime schede video basate su GPU AMD della famiglia Navi, modelli Radeon RX 5700XT e Radeon RX 5700, sono in commercio da ormai alcune settimane. Le uniche versioni ad oggi disponibili sono quelle basate sul reference design sviluppato da AMD, incentrate quindi sul sistema di raffreddamento a singola ventola che aspira aria dall’interno del case espellendola completamente al suo esterno.

Powercolor ha già anticipato di essere al lavoro per schede di questo tipo: mancano immagini dei prodotti ma è facile attendersi versioni con sistemi di raffreddamento custom dotate di 2 oppure 3 ventole a seconda della versione. Quello che Powercolor ha anticipato è però una prima indicazione di prezzo: queste schede saranno proposte nella versione Radeon RX 5700XT a partire da 399 dollari.

HongMeng OS sarà ben più di un’alternativa ad Android

HongMeng OS è ben più di un’alternativa ad Android: a sottolinearlo è Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, nel corso di un’intervista rilasciata alla rivista francese Le Point. Due sono in particolare gli aspetti su cui è opportuno soffermarsi, cruciali per capire meglio come l’azienda cinese intenda posizionare la sua soluzione sul mercato: secondo quanto rivelato da Zhengfei, infatti, HongMeng OS andrà infatti ben oltre il mero concetto di sistema operativo, e una delle sue peculiarità sarà la velocità di esecuzione.

Zhengfei si sofferma poi su un altro punto fondamentale: le prestazioni. A suo dire, HongMeng OS stupirà tutti con la sua velocità di esecuzione, con un ritardo di elaborazione inferiore ai 5 millisecondi e una rapidità superiore ad Android e macOS. Le difficoltà riguarderanno soprattutto il farsi spazio in un mercato già occupato da Google ed Apple con i loro sistemi operativi e i rispettivi store: Huawei potrà tuttavia contare sul suo negozio di app, chiamato ad attirare sempre più l’attenzione degli sviluppatori. A tal proposito, già dallo scorso mese la società ha iniziato a inviare loro una mail in cui li si invita a pubblicare le app sull’AppGallery per EMUI, promettendo in cambio l’adesione ad una vasta community e, soprattutto, il massimo supporto.

Il prossimo 9 agosto ci sarà la conferenza Huawei dedicata agli sviluppatori: potrebbe essere proprio questa l’occasione per il debutto ufficiale di HongMeng OS.

Huawei Harmony OS (Hongmeng OS o Ark OS) è UFFICIALE! Può essere la fine di Android? Arriverà alla fine dell’anno sul Huawei Mate 30 Lite.

Flash Player non sarà più supportato dal 2020

Alla fine il momento è arrivato: Adobe ha annunciato ufficialmente che terminerà, una volta per tutte, il supporto a Flash Player a partire dal 2020. Sebbene alcuni browser come Chrome, Edge e Safari abbiano già bloccato il supporto durante lo scorso anno, un portavoce di Adobe ha comunicato la prossima azione aziendale affermando:

Smetteremo di aggiornare e distribuire Flash Player alla fine del 2020 e incoraggiamo i creatori di contenuti a migrare qualsiasi contenuto Flash ai nuovi standard.

Se necessario – conferma Adobe – verranno rilasciate regolarmente patch di sicurezza, mantenimento della compatibilità dei vari sistemi operativi e aggiunta di nuove funzionalità.

L’azienda, infine, si dice pienamente impegnata nel voler continuare il lavoro intrapreso con importanti partner quali Apple, Facebook, Google, Microsoft e Mozilla per mantenere la sicurezza e la compatibilità dei contenuti Flash fino all’ultimo giorno.

Come aggiornare il BIOS senza CPU e RAM

Spesso ci troviamo nella situazione di dover aggiornare il BIOS prima di installare la nostra nuova CPU. Oggi vi spighiamo come si aggiorna il BIOS avendo una scheda madre msi b450 tomahawk.

  1. Scaricare l’ultimo BIOS della scheda madre dal sito ufficiale MSI.
  2. Rinominare il file in MSI.ROM senza estensione.
  3. Formattare una chiavetta in ExFat, va bene anche la formattazione veloce.
  4. Collegare l’alimentazione alla scheda madre.
  5. Inserire la chiavetta un una porta usb qualsiasi.
  6. Premere il pulsante sulla scheda madre.

7. Attendere che il led smetta di lampeggiare.

Samsung Galaxy S10 5G ufficiale con quad camera, 4500 mAh!

Il modello 5G si presenta quasi come uno smartphone completamente differente. Il design è lo stesso di S10+ ma a dispetto di quest’ultimo presenta un display AMOLED maggiorato da 6.7 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD+. A bordo troviamo poi una batteria ancora più “grossa”, da ben 4500 mAh con supporto alla ricarica Super Fast Charging a 25W (non presente sugli altri modelli della famiglia).

Non è stato confermato il SoC anche se presumibilmente avremo a bordo lo Snapdragon 855con il modem 5G X50; ad accompagnare il SoC ci saranno 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna non espandibile.

E3 – AMD lancia le nuove GPU NAVI: Radeon 5700 e 5700XT

AMD ha annunciato all’E3 le nuove schede grafiche di ultima generazione con nome in codice Navi con architettura RDNA, enunciando caratteristiche tecniche e prezzi. La fascia di riferimento di queste nuove VGA non sarà come ci si potrebbe immaginare quella enthusiast, dove continuerà a persistere la Radeon VII, ma la fascia media. Il terreno di scontro sarà quindi verso la rivale NVIDIA con le RTX 2060 e RTX 270.

Lisa Su, CEO di AMD, aveva anticipato alcune caratteristiche di questa nuova generazione al Computex di Taipei,  ma in questa occasione a Los Angeles, che AMD fornisce tutte le caratteristiche sull’architettura RDNA. Parliamo, come si può vedere dall’immagine sopra, dei modelli Radeon RX 5700 e RX 5700 XT. La sorella maggiore è dotata di 40 Compute Units, mentre l’altra è dotata di 36 CUs; su entrambe troviamo ben 8 GG GDDR6 capaci di garantire una bandwidth di 448 GB/s. Per quanto riguarda invece la frequenza del core grafico partiamo da una base Clock di 1465 MHz per la RX 5700 e 1605 MHz per la RX 5700 XT; un boost Clock fino a 1725 MHz per RX 5700  e 1900 MHz per RX 5700 XT. Questa volta AMD indica un altro valore Game Clock ossia un valore che vien utilizzato quando siamo in presenza di applicazioni gaming.

Nelle unità computazionali troviamo 2560 Stream Processors per il modello di punta e 2304 per il modello RX 5700. Entrambe le VGA hanno supporto per HDMI 4K, DisplayPort 1.4 w/DSC e supporto alla standard di quarta generazione del PCIe. Le schede sono dichiarate con un Board Power di 225Watt e 180Watt per il modello inferiore.

AMD ha dato indicazioni abbastanza precise su quali possono essere le prestazioni in ambito gaming delle due VGA, in particolar modo troviamo il confronto con la Radeon Vega 56 e questa nuova Radeon RX 5700 XT, successivamente un confronto con la rivale Nvidia GeForce RTX 2070. Infine un altro confronto interessante è quello proposto tra la Radeon RX 5700 e la GeForce 2060.

Il confronto viene fatto ad una risoluzione di 1440p; nel primo confronto la Radeon Vega 56 abbiamo un vantaggio medio del 30% circa. Nel secondo confronto con la rivale GeForce 2070 invece il vantaggio si attesta ad una media del 10%. Infine l’ultimo confronto che riguarda la Radeon RX 5700 e la GeForce RTX 2060 abbiamo un vantaggio del 12.50% medio.

Infine abbiamo una ana terza scheda con architettura RDNA, trattasi della Radeon RX 5700XT 50th anniversary edition, per festeggiare i 50 anni dalla fondazione di AMD. Stesse specifiche del modello Radeon RX 5700 XT ma frequenze di clock aumentate: base clock passa da 1605MHz a 1680MHz; game clock da 1755MHz a 1830MHz e boost clock da 1905MHz a 1980MHz.

Il debutto di queste nuove schede grafiche da parte di AMD è previsto per il 7 Luglio.

Nuove Cpu Amd Ryzen

Oltre al nuovo core Zen 2, tutti i processori desktop Ryzen 3rd Gen presentano il supporto per PCIe 4.0, per le schede madri, la grafica e le tecnologie di storage più avanzate.

Inoltre, con la nuova famiglia di terza generazione Amd ha introdotto una nuova categoria di processori desktop Ryzen 9, con il flagship Ryzen 9 3900X da 12 core/24 thread. La famiglia è completata con i modelli Ryzen 7 a 8 core e Ryzen 5 a 6 core.

Amd ha anche introdotto un nuovo chipset X570 per socket AM4, con supporto PCIe 4.0, che ha mostrato prestazioni di storage del 42% più veloci rispetto a PCIe 3.0, e con la possibilità di abilitare schede grafiche, dispositivi di rete, unità NVMe e altre implementazioni ad alte prestazioni. Con il chipset X570 e PCIe 4.0, spiega Amd, si raddoppia la larghezza di banda per le schede madri rispetto a PCIe 3.0, e ciò consente agli utenti Pc di ottenere maggiori prestazioni e flessibilità nella creazione di sistemi personalizzati.

La disponibilità globale dei processori desktop Amd Ryzen di terza generazione è attesa per il 7 luglio 2019.

Huawei Mate X

Huawei Mate X è costituito da un unico display da 8” in formato 8:7,1, senza fori e senza notch. Piegandolo su sé stesso, viene diviso in due schermi, uno principale da 6,6 pollici in 19,5:9, ed uno secondario da 6,36 pollici in 25:9. Quest’ultimo è affiancato da una parte rigida, contenente 3 fotocamere. Dato che gli schermi sono in pratica due, è possibile scattare mostrando la posa anche al soggetto inquadrato.

Sempre nella parte rigida troviamo una porta USB-C ed un lettore di impronte digitali. All’interno della scocca, come su Galaxy Fold, ci sono due batterie, in modo da bilanciare il peso del tablet. Questa supportano inoltre una ricarica ultra rapida da ben 55 W, non disponibile su nessun altro dispositivo al mondo. Potrete avere circa l’85% di carica in soli 30 minuti.

Inoltre, Mate X è 5G, al contrario del pieghevole di Samsung che è solo LTE. Si tratta quindi del telefono più avanzato al mondo, perché sfrutta due delle tecnologie che terranno banco nei prossimi anni.

Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold è uno degli tablet Android più avanzati e completi che ci siano in circolazione.

Dispone di un grande display da 7.3 pollici con una risoluzione di 2048×1536 pixel. Le funzionalità offerte da questo Samsung Galaxy Fold sono veramente tante e all’avanguardia.

A cominciare dal modulo LTE 4G che permette un trasferimento dati e una navigazione in internet eccellente. 
Fotocamera da 12 megapixel ma che permette ugualmente al Samsung Galaxy Fold di scattare foto di buona qualità con una risoluzione di 4619×3464 pixel e di registrare video in 4K alla risoluzione di 3840×2160 pixel. Lo spessore di 7.5mm è veramente contenuto e rende questo Samsung Galaxy Fold ancora più spettacolare.